REINVENTARSI

Da stilista a realizzatrice di mascherine: la storia di Yvonne ai tempi del Coronavirus

Ad aiutarla nella produzione le figlie Arianna e Andrea.

Da stilista a realizzatrice di mascherine: la storia di Yvonne ai tempi del Coronavirus
Pavese, 31 Marzo 2020 ore 11:03

Da stilista a realizzatrice di mascherine: la storia di Yvonne Paiano ai tempi del Coronavirus. Sarta, stilista e creatrice di moda vive in provincia di Pavia.

Da stilista a realizzatrice di mascherine: la storia di Yvonne ai tempi del Coronavirus

Yvonne Paiano è una sarta, stilista e creatrice di moda nativa di un piccolo paese della provincia di Lecce, ma da anni vive in provincia di Pavia, a Palestro, e lavora a Vercelli. In questo periodo di emergenza sanitaria si è fermata con la sua attività di moda e si è reinventata iniziando a realizzare delle mascherine in tessuto, per la precisione in cotone. Sono mascherine realizzate sulla falsa riga di quelle chirurgiche e ovviamente sono lavabili con detersivo per biancheria, igienizzante ed acqua calda, non appena asciutte dopo il lavaggio è consigliata la stiratura in modo che con il ferro da stiro caldo la sterilizzazione sia ancora più sicura e totale.

Aiuta anziani e persone a rischio

Yvonne mette a disposizione la sua mano d’opera e il suo buon cuore alle persone più bisognose: tra cui anziani, immunodepressi e soggetti a rischio.

“Queste mascherine le avevo già realizzate nel 1998 quando la mia bimba all’età di tre anni era stata travolta dalla leucemia, le realizzavo colorate con pupazzetti ecc ecc, oggi per fortuna mia figlia Andrea sta bene e ha 24 anni!
Poi le ho realizzate anche nel 2005, una mia amica mi chiese di realizzarle per ripararsi dallo smog a Milano e anche in quella occasione furono apprezzate, le realizzavo tutte colorate come quelle che sto facendo adesso. Era diventato per uomini e donne un accessorio da abbinare alla gonna e alle camicie sempre da me realizzate.
Oggi nel 2020 le realizzo per cercare di rendermi utile in questa pandemia sanitaria senza precedenti, il mio laboratorio è attivo per produrre più mascherine possibili, mi avvalgo del prezioso aiuto delle mie figlie Arianna ed Andrea.”

Le donazioni

La stilista si mette a disposizione per realizzare e regalare mascherine per le persone più “deboli” mentre le vende a 4 euro alle altre persone, con i soldi ricavati da questa vendita fa delle offerte sempre a favore di chi lotta per cercare di sconfiggere il Coronavirus, come quella che ha fatto il 21 marzo scorso all’ASL di Vercelli.
Il ricavato della vendita delle prossime mascherine ci fa sapere la suddetta  creatrice di moda sarà devoluto al nuovo ospedale di Lecce denominato “Dea”, struttura dedicata ai malati di Covid-19.

 

La stilista pugliese conclude:

“La prima donazione che ho fatto, quella alla ASL di Vercelli sono riuscita a farla grazie alle tantissime persone di Vercelli e del paese in cui abito, Palestro, che ne hanno acquistate moltissime. Ma è doveroso dare un contributo ora anche alla mia terra, Lecce!”

4 foto Sfoglia la gallery

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Pavia e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Prima Pavia (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia