Cronaca

Controlli straordiari in tutto il Pavese: arresti e denunce

Obiettivo era prevenire reati contro il patrimonio e le “stragi del sabato sera” e della “Movida”.

Controlli straordiari in tutto il Pavese: arresti e denunce
Cronaca Pavia, 14 Luglio 2019 ore 17:04

I Carabinieri nella notte di ieri, sabato 13 settembre 2019, hanno eseguito un controllo straordinario del territorio, coordinato dalla Compagnia di Pavia, nei Comuni di Pavia, Casorate Primo, Bascapè, Certosa Di Pavia, Marzano, Vidigulfo, Sommo, Giussago e e Magherno, con l’impiego di pattuglie dei Carabinieri delle locali Stazioni e del Nucleo Radiomobile.

L'obiettivo dei controlli straordinari

La finalità di tale dispositivo, con numerosi posti di controllo eseguiti nelle principali arterie stradali, è stato quello di prevenire principalmente i reati contro il patrimonio e le cosiddette “stragi del sabato sera” e della “Movida”. Nel corso dei controlli alla circolazione stradale, i Carabinieri hanno così controllato numerose persone e veicoli procedendo anche ad ispezionare scali ferroviari e locali notturni allo scopo di effettuare verifiche in tema di somministrazione di bevande alcoliche.

Arrestata per rapina una pregiudicata 46enne

Nel corso di tali attività i Carabinieri della Stazione Pavia traevano in arresto, in esecuzione ad ordine di carcerazione emesso dall’A.G. di Pavia, F.F., una pregiudicata 46enne, responsabile del reato di rapina commesso in Trovo (PV) commesso il 6 maggio 2018. In quell'occasione la donna, dopo essersi impossessata di alcuni oggetti d’oro dall'interno di un'abitazione, nel darsi alla fuga aveva spintonato il proprietario 35enne, che l’aveva sorpresa durante il fatto delittuoso. La donna è stata condotta presso la Casa Circondariale di Vigevano, dove dovrà scontare la pena di anni 3, mesi 2, e giorni 4 di reclusione;

Arrestato un uomo in affido ai servizi sociali assuntore di stupefacenti

La Stazione di Certosa di Pavia arrestato, in esecuzione ad ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Pavia, A.L.P. pregiudicato milanese 50enne, residente in Certosa di Pavia (PV), per inosservanza delle misure di sorveglianza imposte dall’A.G., poiché, seppur affidato in prova ai servizi sociali, era risultato assuntore di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Pavia a disposizione dell’A.G.;

Denunciato in stato di libertà per la fuga a seguito di un incidente

Durante i controlli straordinari effettuati, la Stazione di Certosa di Pavia ha denunciato in stato di libertà un 33enne di Vellezzo Bellini, per il reato di fuga a seguito di sinistro stradale con danno a persone, poiché l’uomo, dopo aver tamponato due autovetture che lo precedevano, provocando lesioni lievi ad uno dei due conducenti, si era dato alla fuga.

Controlli straordiari in tutto il Pavese: i Carabinieri alle prese con arresti e denunce in stato di libertà

Stazione di Landriano: due denunce in stato di libertà

Anche la Stazione di Landriano ha denunciato in stato di libertà per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere, un pregiudicato polacco 61enne il quale veniva sorpreso in piazza della Repubblica in Bascapè (PV), in possesso di un machete della lunghezza complessiva di cm 40. La stessa stazione ha denunciato in stato di libertà un 40enne di Vidigulfo per il reato di furto poiché, controllato alla guida della sua vettura in Marzano, lungo la sp 128 km 2, veniva trovato in possesso di utensili vari risultati asportati da una ditta logistica della zona. Il materiale rinvenuto ancora imballato, del valore complessivo di euro 5000 circa, veniva restituito al legittimo proprietario.

Aveva chiavi alterate per forzare gli armadietti in piscina

La Stazione di San Martino Siccomario, grazie ai controlli straordinari effettuati, ha denunciato in stato di libertà, un pregiudicato bolognese 43enne per il reato di per falsità materiale commessa da privato e porto di chiavi alterate e/o grimaldelli, trovato in possesso di un cacciavite della lunghezza di cm. 25, verosimilmente da utilizzare per forzare gli armadietti del locale spogliatoi di una piscina di Sommo, all'interno della quale era riuscito ad accedere esibendo un falso certificato medico attestante l’idoneità fisica alla pratica dell’attività sportiva. Nei confronti dell’uomo è stato altresì richiesto alla Questura di Pavia l’emissione di un foglio di via obbligatorio.

Controlli straordiari in tutto il Pavese: i Carabinieri alle prese con arresti e denunce in stato di libertà

Anche a Pavia diversi illeciti

Infine, la Sezione Radiomobile della Compagnia di Pavia ha denunciato in stato di libertà 4 persone:

- un 35enne di Montebello della Battaglia, per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere, poiché, controllato in Giussago, alla frazione Liconasco, era stato trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di cm. 20 e di un manganello telescopico della lunghezza complessiva in estensione di cm. 40;

- un cittadino spagnolo senza fissa dimora, 46enne, per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere e lesioni personali aggravate, poiché, a seguito di lite scaturita per futili motivi nei pressi del dormitorio per indigenti, sito in pavia, alla piazza San Carlo, aveva ripetutamente colpito, con una catena, un 47enne pavese, procurandogli lesioni lievi;

- un 20enne di Certosa di Pavia, per possesso di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, poiché, controllato all’interno della propria abitazione, a seguito di lite con la madre convivente, era stato trovato in possesso di complessivi grammi 51 di “marijuana”, nonché di una serra artigianale posta all’interno della propria camera da letto;

- un 21enne di Valle Salimbene, per guida in stato di ebrezza alcolica, poiché, controllato in quel centro, alla guida della propria autovettura VW Golf era risultato positivo a test alcolemico, con tasso di alcol nel sangue pari a 0.96 g/l

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE