Controlli autolavaggi: due attività sospese e tre persone denunciate

Controlli in San Martino Siccomario e Pavia da parte dei militari dell’Arma hanno evidenziato numerose irregolarità.

Controlli autolavaggi: due attività sospese e tre persone denunciate
Pavia, 21 Aprile 2018 ore 09:51

Controlli autolavaggi: nel corso di un’operazione in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, tre persone denunciate e due attività sospese.

Controlli autolavaggi

Nel corso della giornata di ieri, i militari della Compagnia Carabinieri di Pavia e personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro Carabinieri di Pavia, hanno svolto un servizio coordinato in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro con particolare attenzione alla tutela del personale impiegato negli autolavaggi. Tre le persone denunciate e due le attività sospese.

Controlli a Pavia

A Pavia denunciato M.M., cl. 83 titolare di un autolavaggio. Durante i controlli riscontrate diverse irregolarità: omessa nomina del responsabile del servizio prevenzione e protezione aziendale; omessa nomina del medico competente aziendale; omessa redazione del documento di valutazione dei rischi aziendali. Trovati anche due lavoratori impiegati “in nero”. L’attività imprenditoriale è stata sospesa e sono state commissionate sanzioni amministrative pari a 28.000 euro.
Sempre a Pavia denunciato G.G., cl. 74, quale titolare di autolavaggio. Anche in questo caso sono state rilevate diverse irregolarità: omessa nomina del responsabile del servizio prevenzione e protezione aziendale; omessa nomina del medico competente aziendale; omessa redazione del documento di valutazione dei rischi aziendale. Trovato un lavoratore impiegato “in nero”. Anche in questo caso è stata sospesa l’attività imprenditoriale e sono state inflitte sanzioni pari a 25.000 euro.

Controlli a San Martino Siccomario

A San Martino Siccomario (PV) denunciato L.C., cinese, cl. 86 anche lui titolare di un autolavaggio. In questo caso sono stati riscontrati l’omessa nomina del medico competente aziendale e l’omessa redazione del documento di valutazione dei rischi aziendale. Il titolare se l’è cavata con una multa pari a 16.000 euro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia