Cronaca
Condannato a due anni

Blitz dei Carabinieri a Sannazzaro: arrestato ladro e recuperata refurtiva per oltre 100mila euro

L'operazione è stata messa in atto per individuare i responsabili di alcuni furti posti in essere in tutta la Provincia

Blitz dei Carabinieri a Sannazzaro: arrestato ladro e recuperata refurtiva per oltre 100mila euro
Cronaca Lomellina, 04 Febbraio 2022 ore 13:03

Sannazaro de’ Burgondi arresto un cittadino straniero: rinvenuta refurtiva di ingente valore.

Il blitz dei Carabinieri

A Sannazaro de’ Burgondi, nelle prime ore del 4 febbraio, i miliari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo dei Carabinieri di Pavia, hanno effettuato una irruzione in una abitazione situata in via Roma, trovandovi due persone straniere di cui una è stata immediatamente bloccata e l’altra si è lanciata in una finestra sfondandola e dandosi alla fuga dopo avere avuto una colluttazione nella parte esterna con un militare che è rimasto ferito ad una spalla e ad un dito.

Furti in provincia

L’operazione è stata eseguita nell’ambito delle attività poste in essere per individuare i responsabili di alcuni furti posti in essere in tutta la Provincia con modalità che hanno fatto denotare nei responsabili inusuali capacità di arrampicarsi nei piani alti dei palazzi e di forzare porte e finestre blindate. Nell’immobile sono stati rinvenuti una grandissima quantità di strumenti da scasso, nonché, oggetti preziosi, orologi ed altro di probabile provenienza furtiva per un valore superiore ai 100mila Euro.

L’uomo fermato che si era dichiarato cittadino croato esibendo diversi documenti abilmente contraffatti, è stato poi accertato essere M.A. 26enne albanese già espulso nel 2018 dal territorio italiano con accompagnamento alla frontiera e illegalmente rientrato in Italia. L’uomo è stato sottoposto a rito direttissimo e condannato alla pena di anni due per il possesso dei documenti contraffatti e per essere rientrato nel territorio italiano illegalmente.

Si cercano i proprietari della refurtiva

Proseguono le indagini per accertare la provenienza di quanto rinvenuto, il coinvolgimento del predetto in fatti delittuosi avvenuti in Provincia e l’identità di suoi complici. Chi ritenga di riconoscere oggetti sottrattigli, si rivolga al nucleo Investigativa dei Carabinieri di Pavia, in Piazza San Pietro in ciel D’Oro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter