Bimbo di 3 anni ricoverato per meningite: profilassi preventiva per i compagni d’asilo

Tutta la comunità è stretta intorno al piccolo e alla sua famiglia.

Bimbo di 3 anni ricoverato per meningite: profilassi preventiva per i compagni d’asilo
Abbiategrasso, 29 Dicembre 2019 ore 10:23

Dopo i tre casi di Meningite Villongo nello stesso paese bergamasco, che hanno portato alla morte di una 19enne e al grave malessere di un 36enne ancora in prognosi riservata, si apprende oggi dai colleghi di GiornalediLecco.it la notizia del caso – per ora isolato – di un bambino di tre anni ricoverato per meningite in un paese sulle sponde dell’Adda, nel lecchese. Il piccolo è grave ma sta rispondendo alle cure, per il momento non è ancora noto di che ceppo di meningite si tratti.

LEGGI ANCHE: Veronica uccisa a 19 anni da una sepsi fulminante

Sepsi da meningococco, terzo caso in pochi giorni. Batterio “particolarmente aggressivo”

E’ stata disposta la profilassi preventiva per i compagni d’asilo che frequentano l’istituto nella frazione di  Villa San Carlo a Valgreghentino (LC).  Il piccolo si trova ricoverato a Bergamo dal giorno di Santo Stefano e lotta circondato dall’amore dei familiari e sorretto dai  medici che si stanno prendendo cura di lui. Il bimbo ha accusato malessere durante le feste natalizie mentre la scuola era chiusa da giorni.

Bimbo di 3 anni ricoverato per meningite

E’ stato visitato dai medici lecchesi e poi trasportato d’urgenza al Papa Giovanni dove è stato sottoposto con tempestività alle terapie contro la meningite di cui, al momento, non è noto il ceppo.

I ringraziamenti della famiglia

La famiglia del bimbo, che come un piccolo leone sta lottando, anche attraverso questo giornale  vuole pubblicamente ringraziare sia i medici del Manzoni di Lecco che quelli dell’ospedale di Bergamo, per la prontezza dell’intervento e la professionalità con cui si stanno occupando di ora in ora di lui.

Meningite: profilassi preventiva per i compagni d’asilo

Ieri, venerdì 28 dicembre 2019, la scuola e la Ats hanno convocato le famiglie dei bimbi all’asilo per illustrare a tutti la situazione e consegnare la terapia  antibiotica preventiva ai compagni. Una profilassi che, seppur opportuna, è stata adottata come scrupolo estremo visto che l’ultimo contatto tra i bambini e il piccolo colpito dalla  meningite di forma batterica risale a diversi giorni prima della manifestazione della malattia. Oltre ai bimbi anche le  insegnanti  dell’asilo sono state sottoposte a profilassi, mente i genitori dei compagni del bimbo e chiunque sia entrato in contatto  i piccoli dell’asilo durante queste feste (o lo farà nei prossimi giorni) non corre alcun pericolo di contagio. Anche per l’istituto non si è reso necessario nessun tipo di intervento visto che il batterio, fuori dal corpo, sopravvive solo pochi secondi.

L’incontro con i medici Ats

I tre medici dell’Ats Brianza, presenti all’incontro insieme a tutte le insegnanti e anche al sindaco di Valgreghentino Matteo Colombo, con estrema professionalità e competenza prima di consegnare la profilassi antibiotica hanno parlato con tutte le famiglie, sottolineando anche l’importanza della prevenzione attraverso  i percorsi vaccinali messi a disposizione dall’Ats e dai pediatri, hanno riposto a tutte le domande fugando i dubbi e  rassicurando l’intera comunità.

Tutta Valgreghentino tifa per il bimbo

Una comunità che ora è stretta intorno al piccolo che è ricoverato e a tutta la sua famiglia. Tutta Valgreghentino, con il cuore in mano, tifa per lui, per loro. Tutti i bambini,  genitori della scuola, le insegnanti, il paese intero sperano di potere riabbracciare a più presto il piccolo grande guerriero.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia