Biglietterie automatiche, approvata la mozione: “Fontana e Terzi sollecitino Trenord”

Dopo le richieste (a vuoto) mosse dal Pd, passa la mozione Brianza per il potenziamento delle macchinette.

Biglietterie automatiche, approvata la mozione: “Fontana e Terzi sollecitino Trenord”
04 Febbraio 2020 ore 16:14

Approvata oggi, martedì 4 febbraio, la mozione presentata dalla vicepresidente del Consiglio Comunale Francesca Brianza sulle biglietterie automatiche.

Biglietterie automatiche, tecnologia ancora negata a molti

Tecnologia nelle stazioni Trenord, ma quelle minori restano indietro. Il consiglio regionale chiede un’inversione di rotta, con la mozione presentata dalla vicepresidente del Consiglio Francesca Brianza approvata nella seduta giornaliera al Pirellone. Una mozione, passata all’unanimità, che impegna il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e l’Assessore competente Claudia Maria Terzi a sollecitare Trenord a valutare la realizzazione di una più capillare diffusione delle emettitrici automatiche su tutta la rete.

Esigenza bipartisan

La richiesta non era nuova. Già un anno fa il Pd ci aveva provato con un’interrogazione presentata da Samuele Astuti, a cui l’assessore Terzi aveva però, sostanzialmente, risposto picche ribadendo le diverse modalità per l’acquisto dei biglietti (dagli sportelli bancomat all’app Trenord) a disposizione anche di quegli utenti che prendono il treno da stazioni sprovviste di bigliettai e biglietterie automatiche, come Abbiate Guazzone.

“Atto importante”

Soddisfatta Brianza:

“Ho portato all’attenzione del Consiglio Regionale una problematica che mi è pervenuta da molti cittadini che ogni giorno utilizzano il treno per spostarsi – commenta Brianza -. La mozione approvata oggi in aula è un atto importante per sbloccare una situazione che penalizza molti utenti, pendolari e viaggiatori occasionali, specialmente nei centri più piccoli. Preso atto della progressiva scomparsa delle biglietterie nelle stazioni e che Trenord negli ultimi anni si sia affidata alle rivendite autorizzate come bar, edicole, tabaccherie – spiega Brianza – parallelamente si registra la difficoltà per i viaggiatori ad utilizzare questi punti vendita che ovviamente sono soggetti ad orari e giorni di chiusura e spesso non sono neppure ubicati nelle immediate vicinanze delle stazioni”.

“Inoltre – prosegue Brianza – non si può trascurare che, se pur esiste il servizio on-line per l’acquisto di biglietti, molti anziani ad esempio faticano ad utilizzare queste piattaforme informatiche per procurarsi i titoli di viaggio“.

“Facciamo il possibile per agevolare il trasporto ferroviario”

“La nostra Regione Lombardia – continua – è sempre più meta di eventi internazionali che richiamano migliaia di persone. Per questo è nostro preciso dovere fare tutto il possibile per agevolare il trasporto ferroviario che costituisce il modo più veloce, economico e sostenibile per spostarsi sul territorio. E’ fondamentale quindi che tutti possano reperire i biglietti nel modo più agevole possibile e le emettitrici automatiche – conclude – sono la risposta più appropriata a tale scopo”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia