Menu
Cerca
Corteolona e Genzone

Assembramenti e clienti senza mascherina al bar: multa e chiusura per 5 giorni

Violate le misure di contenimento epidemiologico da Covid-19.

Assembramenti e clienti senza mascherina al bar: multa e chiusura per 5 giorni
Cronaca Pavese, 12 Ottobre 2020 ore 14:42

I controlli dei carabinieri nel fine settimana a Broni, Chignolo Po, Corteolona e Genzone e Santa Giuletta. Un bar chiuso per 5 giorni e un 36enne denunciato per guida con patente sospesa.

Controlli nel fine settimana

Nella fascia oraria serale/notturna del 9, 10 e 11 ottobre 2020, a Broni, Chignolo Po, Corteolona e Genzone e Santa Giuletta, i militari della Compagnia Carabinieri di Stradella, hanno svolto un mirato servizio di controllo straordinario del territorio, concentrato sulle arterie stradali principali, maggiormente trafficate nel weekend, e sui luoghi di aggregazione situati nei centri cittadini maggiormente frequentati dai giovani per monitorare i comportamenti eventualmente scorretti perpetrati nella cosiddetta movida.

Nel contesto del servizio sono stati complessivamente impiegati 24 militari, controllati 8 esercizi pubblici, 64  veicoli, identificate 144 persone ed elevate 9 (contravvenzioni alle norme del Codice della Strada.

Assembramenti e clienti senza mascherina

Si è inoltre proceduto, a seguito di mirato controllo delle misure di contenimento epidemiologico da Covid-19, presso il bar “Magic Corner” sito a Corteolona e Genzone in piazza Verdi, alla contestazione al preposto del locale (B.I., 34enne italiano, residente a Pieve Porto Morone) della violazione amministrativa del divieto di assembramento in esercizi pubblici in relazione alle misure di contenimento epidemiologico Covid-19, con una sanzione pecuniaria di 400 euro e sanzione amministrativa accessoria della sospensione della licenza fino a 5 giorni a decorrere da oggi, 12 ottobre 2020. Sanzionati inoltre 4 avventori per mancato utilizzo della mascherina.

Denunciato 36enne

Nel corso dello stesso servizio è stato anche denunciatoin stato di libertà F.E., 36enne italiano, residente a Broni, celibe, nullafacente, pregiudicato, responsabile del reato di guida con patente sospesa e rifiuto sottoporsi ad accertamenti per rilevare lo stato di alterazione psico-fisica da assunzione di sostanze stupefacenti. Il 36enne durante un controllo alla fraz. Colombarone di Broni, è stato trovato alla guida della propria autovettura con la patente sospesa, rifiutandosi poi di sottoporsi ad accertamenti per rilevare lo stato di alterazione psico-fisica da assunzione di sostanze stupefacenti.

Analoghi controlli si ripeteranno in maniera sistematica, a tutela della sicurezza sanitaria della popolazione e per scongiurare un ulteriore pericoloso picco epidemiologico nel prossimo periodo e per assicurare il rispetto delle normative vigenti, così come di quelle che verranno emanate dalle preposte autorità nazionali e regionali a tutela dei cittadini.

Serve alcolici a una ragazzina di 15 anni: bar del centro chiuso per due settimane

TORNA ALLA HOME