Corteolona e Genzone

Assembramenti e clienti senza mascherina al bar: multa e chiusura per 5 giorni

Violate le misure di contenimento epidemiologico da Covid-19.

Assembramenti e clienti senza mascherina al bar: multa e chiusura per 5 giorni
Pavese, 12 Ottobre 2020 ore 14:42

I controlli dei carabinieri nel fine settimana a Broni, Chignolo Po, Corteolona e Genzone e Santa Giuletta. Un bar chiuso per 5 giorni e un 36enne denunciato per guida con patente sospesa.

Controlli nel fine settimana

Nella fascia oraria serale/notturna del 9, 10 e 11 ottobre 2020, a Broni, Chignolo Po, Corteolona e Genzone e Santa Giuletta, i militari della Compagnia Carabinieri di Stradella, hanno svolto un mirato servizio di controllo straordinario del territorio, concentrato sulle arterie stradali principali, maggiormente trafficate nel weekend, e sui luoghi di aggregazione situati nei centri cittadini maggiormente frequentati dai giovani per monitorare i comportamenti eventualmente scorretti perpetrati nella cosiddetta movida.

Nel contesto del servizio sono stati complessivamente impiegati 24 militari, controllati 8 esercizi pubblici, 64  veicoli, identificate 144 persone ed elevate 9 (contravvenzioni alle norme del Codice della Strada.

Assembramenti e clienti senza mascherina

Si è inoltre proceduto, a seguito di mirato controllo delle misure di contenimento epidemiologico da Covid-19, presso il bar “Magic Corner” sito a Corteolona e Genzone in piazza Verdi, alla contestazione al preposto del locale (B.I., 34enne italiano, residente a Pieve Porto Morone) della violazione amministrativa del divieto di assembramento in esercizi pubblici in relazione alle misure di contenimento epidemiologico Covid-19, con una sanzione pecuniaria di 400 euro e sanzione amministrativa accessoria della sospensione della licenza fino a 5 giorni a decorrere da oggi, 12 ottobre 2020. Sanzionati inoltre 4 avventori per mancato utilizzo della mascherina.

Denunciato 36enne

Nel corso dello stesso servizio è stato anche denunciatoin stato di libertà F.E., 36enne italiano, residente a Broni, celibe, nullafacente, pregiudicato, responsabile del reato di guida con patente sospesa e rifiuto sottoporsi ad accertamenti per rilevare lo stato di alterazione psico-fisica da assunzione di sostanze stupefacenti. Il 36enne durante un controllo alla fraz. Colombarone di Broni, è stato trovato alla guida della propria autovettura con la patente sospesa, rifiutandosi poi di sottoporsi ad accertamenti per rilevare lo stato di alterazione psico-fisica da assunzione di sostanze stupefacenti.

Analoghi controlli si ripeteranno in maniera sistematica, a tutela della sicurezza sanitaria della popolazione e per scongiurare un ulteriore pericoloso picco epidemiologico nel prossimo periodo e per assicurare il rispetto delle normative vigenti, così come di quelle che verranno emanate dalle preposte autorità nazionali e regionali a tutela dei cittadini.

Serve alcolici a una ragazzina di 15 anni: bar del centro chiuso per due settimane

TORNA ALLA HOME

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia