Condanna residua

Arresti domiciliari revocati: per un 55enne si aprono le porte del carcere

Deve ancora scontare una pena di 6 mesi per cumulo di diversi reati.

Arresti domiciliari revocati: per un 55enne si aprono le porte del carcere
Lomellina, 10 Giugno 2020 ore 15:32

Arresti domiciliari revocati per un uomo di 55 anni di Rosasco: si aprono le porte del carcere.

Arresti domiciliari revocati

Lo scorso fine settimana i carabinieri della Stazione di Candia Lomellina hanno rintracciato e tratto in arresto a Mortara, M.C., cinquantacinquenne noto pregiudicato del posto, e hanno dato esecuzione all’ordinanza di revoca della misura di detenzione domiciliare, che lo stesso stava scontando a Rosasco, emessa dall’Ufficio di Sorveglianza di Pavia.

Condanna residua

L’uomo deve infatti ancora espiare una condanna residua di sei mesi quale cumulo di pena per i reati di evasione, furto aggravato, ricettazione, resistenza a un pubblico ufficiale, commercio di sostanze alimentari contraffatte o adulterate e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

TORNA ALLA HOME

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia