Arrestati 3 spacciatori nel Pavese

Le manette sono scattate dopo un’articolata attività di indagine e complessi servizi di osservazione, svolti nell’area campestre compresa tra i comuni di Parona Lomellina e Cilavegna.

Arrestati 3 spacciatori nel Pavese
Lomellina, 24 Aprile 2018 ore 13:57

Arrestai 3 spacciatori che operavano nelle campagne tra i comuni di Parona Lomellina e Cilavegna.

Arrestati 3 spacciatori

Nel pomeriggio di ieri, 23 aprile, i carabinieri della Compagnia di Vigevano, in particolare delle Stazioni di Mortara, di Vigevano, di Gravellona Lomellina, di Gambolò e del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno tratto in arresto in flagranza dei reati di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso e porto di armi e oggetti atti ad offendere: Z.M., classe 1997, B.K., classe 1996, E.G.K., classe 1988, tutti nati in Marocco, senza fissa dimora e gravati da precedenti di polizia.

Indagine partita a febbraio

Tale positivo epilogo è giunto a conclusione e coronamento di una complessa attività d’indagine partita a febbraio, che si è articolata in numerosi e complessi servizi di osservazione, svolti nell’area campestre compresa tra i comuni di Parona Lomellina e Cilavegna, e riscontri amministrativi a carico di alcuni clienti tossicodipendenti. Grazie alle segnalazioni dei residenti, infatti, i militari erano stati avvisati di un notevole e ingiustificato incremento della presenza di giovani nelle sopracitate zone agli orari più disparati. Per tal motivo sono iniziati gli appostamenti finalizzati ad accertare quanto accadesse.

Area di spaccio

Lo spettacolo, per i carabinieri operanti, è stato a dir poco scioccante, avendo accertato fin da subito la presenza di un’area di spaccio frequentata da tantissimi giovani, che venivano giornalmente a rifornirsi di eroina, cocaina ed altre sostanze stupefacenti. Il tutto gestito da una complessa organizzazione fatta di spacciatori, pali, vedette e fiancheggiatori, che si alternavano nei giorni e che gli consentiva di svolgere l’attività in tutta sicurezza, per evitare l’intervento risolutivo delle Forze dell’Ordine. Le indagini sono state lunghe e complesse, proprio a causa della morfologia dell’area, che non consentiva l’osservazione a distanza, e per la presenza della cornice di sicurezza dei malfattori. Tuttavia, studiando con sistematicità il modus operandi, si è concretizzata nel tempo una strategia per tessere una rete intorno alla zona in grado sia di osservare che di intervenire al momento giusto, finalizzata anche a garantire la miglior cornice di sicurezza per gli operatori e per chi al momento si fosse trovato in zona per rifornirsi.

Sequestrata droga e 1 macete

Ieri è scattata l’operazione che ha visto impegnati 30 carabinieri della compagnia di Vigevano e 10 autovetture di servizio e che ha permesso di sorprendere e arrestare, nel pieno dell’attività di vendita di droga, i tre spacciatori di cui sopra. Durante l’operazione sono stati sequestrati 200 gr di eroina, suddiviso in 4 involucri plastica; 65 gr di cocaina; 1 machete di lunghezza complessiva di cm 55, di cui 43 cm di lama; 1.400 euro in banconote di vario taglio e vario materiale destinato al confezionamento delle dosi.

Diverse persone segnalate

Nel contesto della stessa attività, sono stati segnalati all’Autorità Prefettizia, come consumatori: P.G., nato a Vigevano e residente a Gravellona Lomellina, classe 1988, trovato in possesso di 1gr di stupefacente tipo eroina; L.B., nato a Vigevano e residente a Gravellona Lomellina, classe 2000, minorenne e incensurato, trovato in possesso di 16 gr di marijuana; P.F., nato a Milano e residente a Garlasco, classe 1987, gravato da precedenti di polizia, trovato in possesso di 2 gr di eroina; D.F., nato a Pavia e residente a Garlasco, classe 1999, studente, trovato in possesso di grammi 1 gr di marijuana; G.S., nato a Vigevano e residente a Cassolnovo, classe 1994, trovato in possesso di 1 gr di eroina; S.B., nato a Vigevano e residente a Parona, classe 1983, trovato in possesso di 1 gr di eroina; B.M., nato a Gravedona (CO) e residente a Parona, classe 1965, coniugato, operaio, trovato in possesso di 1 gr di cocaina; A.S., nato a Vigevano e residente a Cassolnovo, classe 1980,  celibe, disoccupato, pregiudicato, trovato in possesso di 1 gr di eroina e 1 gr di cocaina.
Gli arrestati, espletate le formalità procedurali, sono stati trattenuti nelle camere sicurezza della Compagnia dei Carabinieri di Vigevano e della Stazione Carabinieri di Mortara, in attesa del rito di direttissima disposto dalla Autorità Giudiziaria, che si svolgerà oggi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia