Anche per il controllo ambientale

Alla Polizia Locale di Vigevano attivato il nucleo per i droni: “Per contrastare atti di criminalità”

La città si arricchisce di un nuovo mezzo.

Alla Polizia Locale di Vigevano attivato il nucleo per i droni: “Per contrastare atti di criminalità”
Vigevano, 20 Ottobre 2020 ore 18:03

Da qualche giorno la Polizia Locale vanta un nucleo A.P.R. (Aeromobile a Pilotaggio Remoto) composto da sei piloti. La città si arricchisce così di un nuovo mezzo per il controllo ambientale e per contrastare atti di criminalità.

Alla Polizia Locale di Vigevano attivato il nucleo per i droni

La Polizia Locale di Vigevano, da qualche giorno, vanta un nucleo A.P.R. composto da sei piloti divisi in tre equipaggi. A.P.R. è l’acronimo di Aeromobile a Pilotaggio Remoto, cioè un veicolo che viene normalmente utilizzato per attività specifiche e professionali sia in ambito civile che militare, a differenza del drone il cui uso specifico è esclusivamente per scopi militari.

Il Nucleo A.P.R. è composto da:

  • Specialista di Vigilanza Comelli Marco;
  • Assistente Scelto Dalla Benetta Marco;
  • Sovrintendente Scelto Cislaghi Ivano;
  • Assistente Scelto Bertolino Davide;
  • Agente Scelto Cechetto Andrea;
  • Agente Torchetti Giacomo.

L’iter formativo

Per il conseguimento del titolo, il personale ha intrapreso un iter formativo conseguendo dapprima il brevetto basico, seguito da quello professionale chiamato C.R.O./VLOS, Critical Operation in Visual Line of Sight cioè operazioni Critiche Specializzate mantenendo sempre il contatto visivo con l’aeromobile.

Le materie oggetto di studio comprendono tematiche come la sicurezza aerea, la regolamentazione aeronautica, le limitazioni dello spazio aereo, la conoscenza generale degli A.P.R., la riservatezza e la protezione dei dati, l’assicurazione, le prestazioni di volo e pianificazione, la meteorologia, la mitigazione tecnico operativa e la gestione del rischio.

Una volta superato il test teorico (effettuato con Examiner ENAC), sono iniziate le esercitazioni pratiche grazie alle quali il personale è stato addestrato a compiere manovre basiche di volo con l’A.P.R., per poi passare alle manovre avanzate e le “missioni”, ovvero scenari simulati da svolgere al comando dell’aeromobile. Ultimo step è stata la verifica delle skill da parte dell’Examiner ENAC che ha valutato gli allievi facendo eseguire a sua discrezione manovre, compiendo scenari simulati e rispondendo a domande di teoria.

Il corso C.R.O./VLOS abilita il pilota di APR ad operare in prossimità di centri urbani, infrastrutture sensibili e all’interno di aree popolate (senza sorvolo di persone non informate o non connesse all’attività che viene svolta) sempre con il mantenimento del contatto visivo con l’aeromobile.

“Siamo lieti di annunciare questo nuovo mezzo a disposizione della Città di Vigevano per contrastare atti di criminalità” dichiara l’Assessore alla Polizia Locale, Nicola Scardillo. E continua: “I miei complimenti ai componenti del nucleo che da ora potranno, grazie all’A.P.R., effettuare riprese fotografiche, monitoraggio ambientale, rilievi fotogrammetrici, mappature territoriali, videosorveglianza e pattugliamento delle aree, ispezione e valutazione di infrastrutture ed investigazioni”.

L’apparecchio in dotazione al Comando di Polizia Locale è dotato di sensori, che consentono di volare in condizioni di sicurezza perchè individuano gli ostacoli, di videocamera ad alta risoluzione e di sistema GPS.

(Foto di copertina: immagine di archivio)

Il ministro Speranza dà l’ok al coprifuoco lombardo: perché si chiude dalle 23 alle 5 I NUMERI

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia