Adinolfi sul sacerdote gay che drogava e violentava i ragazzi

Il religioso aveva firmato un appello per sostenere alle urne il Popolo della Famiglia.

Adinolfi sul sacerdote gay che drogava e violentava i ragazzi
13 Settembre 2019 ore 13:13

Della vicenda di don Stefano Segalini, il sacerdote della vicina Piacenza accusato di abusi sessuali dopo aver dato ad alcuni ragazzi sostanze stupefacenti e alcoliche, avevamo già parlato il mese scorso qui.

L’accusa: drogava e violentava i ragazzi

Ha esercitato la sua funzione fino al maggio 2019, poi è stato allontanato dal vescovo a seguito di una serie di esposti arrivati alla Diocesi e ora si troverebbe in un centro diocesano di “cura spirituale”, situato in un luogo non meglio identificato della Lombardia, a seguito del fermo disposto dal pm Emilio Pisante.

Adinolfi sul sacerdote gay

Il religioso accusato di violenza sessuale aggravata e procurato stato di incapacità, in occasione delle elezioni politiche 2018, aveva firmato un appello per sostenere alle urne il Popolo della Famiglia, la formazione politica guidata da Mario Adinolfi ed era stato inoltre protagonista dell’evento diocesano la Grande festa della Famiglia.

Lo stesso Adinolfi è poi intervenuto sulla vicenda di don Segalini, così:

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia