PIEVE EMANUELE

Accoltella compagno all'uscita di scuola, 15enne in gravi condizioni

Il ragazzo colpito ad un gamba è stato portato in ospedale in codice rosso

Accoltella compagno all'uscita di scuola, 15enne in gravi condizioni
Pubblicato:
Aggiornato:

Aggressione all'uscita da scuola: un 15enne è stato accoltellato ad una gamba da un compagno. Soccorso è stato trasportato in ospedale in gravi condizioni.

Accoltellato all'uscita di scuola

Grave atto di violenza presso l'istituto professionale di Afol Metropolitana a Pieve Emanuele durante l'orario di uscita degli studenti. Un diciassettenne ha accoltellato un compagno di scuola di 15 anni, che ora lotta per la vita all'ospedale Humanitas di Rozzano, dove è stato portato in condizioni gravissime.

Colpito ad una gamba

L'aggressione è avvenuta intorno alle 14.20, in via dei Gigli al civico 7.

Il motivo di tale violenza è ancora avvolto nel mistero, mentre il giovane ferito, un quindicenne di Vernate, studente del corso di cucina, colpito da un fendente ad una gamba ha riportato una profonda ferita.

In ospedale in codice rosso

Le squadre di soccorso del 118, tra cui ambulanza e automedica, sono giunte tempestivamente sul luogo dell'aggressione e hanno trasportato il giovane al pronto soccorso dell'ospedale Humanitas con la massima urgenza, in codice rosso. 

Aggressore individuato

Parallelamente, i Carabinieri, anche loro intervenuti prontamente sul posto, si sono attivati per cercare l'aggressore, che è stato successivamente rintracciato a Rozzano, dove risiede. Attualmente, le autorità competenti stanno conducendo approfondite indagini per chiarire le cause della violenta aggressione e per individuare il movente che ha spinto il giovane 17enne a compiere un tale gesto.

"Necessario garantire sicurezza"

 "Il mio pensiero è rivolto al giovane studente che è stato brutalmente aggredito all'uscita dalla scuola da individui estranei ai nostri istituti scolastici. Voglio ringraziare coloro che hanno prontamente soccorso il nostro studente e sono confortata dal fatto che, grazie ai sistemi di vigilanza e controllo, le forze dell'ordine sono riuscite ad arrestare immediatamente il presunto aggressore".

Così l'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Lavoro Simona Tironi.

"Rivolgo la mia attenzione - ha proseguito - alle misure di protezione che devono essere adottate per garantire la sicurezza di tutti i docenti e degli studenti delle scuole di ogni ordine e grado".

"Non intendo sottrarre la nostra istituzione - ha concluso - all'obbligo di individuare ogni possibile misura di consulenza, aiuto e sostegno possibile per affrontare questa situazione".

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali