Attualità
Accusati dalle autorità

Studenti portati in Questura a Voghera durante una protesta contro il cambiamento climatico

Le ragazze che hanno organizzato lo sciopero sono state fermate con l'accusa di aver fatto una manifestazione senza preavviso.

Studenti portati in Questura a Voghera durante una protesta contro il cambiamento climatico
Attualità Voghera, 21 Settembre 2022 ore 11:47

Cinque liceali sono stati accompagnati in Questura e tre di loro sono stati accusati di aver manifestato senza permesso e hanno ricevuto una contestazione. Il movimento ambientalista Fridays For Future si è subito scagliato contro questa decisione.

Contro il cambiamento climatico

È successo durante la mattinata di ieri martedì 20 settembre 2022. Alcuni studenti hanno scioperato di fronte al liceo Grattoni di Voghera per alzare la loro voce contro la gestione del cambiamento climatico da parte delle istituzioni. Muniti di cartelli di protesta, si sono fatti sentire.

Il liceo Grattoni di Voghera
Il liceo Grattoni di Voghera

Con il loro gesto volevano chiedere alla scuola di poter gestire delle assemblee sul tema green ma in modo particolare desideravano sensibilizzare su una delle piaghe più grandi che stiamo affrontando richiedendo alla scuola di fare di più per l'efficentamento energetico.

Fridays for future Voghera a difesa dei liceali

Sui social attraverso Fridays for future Voghera, gli studenti hanno avuto modo di dire la loro versione dei fatti. Le ragazze accusate sostengono di aver incontrato diverse volte la dirigente e di aver segnalato alla provincia che nelle loro classi la temperatura raggiungeva gradi eccessivamente alti sprecando energia.

Però nulla sarebbe cambiato. Così hanno manifestato il loro disappunto. Di seguito trovate il post su Facebook del movimento ambientalista con un video delle ragazze che hanno organizzato la protesta:

Il sostegno ricevuto dalle attiviste

Ciò che lascia sbigottiti i giovani ambientalisti è che la loro manifestazione era limitata nei numeri ed estremamente pacifica. Le organizzatrici sono due ragazze e a loro si sono aggiunti altri tre liceali tuttavia le contestate sono state tre. Gli scioperanti hanno ricevuto critiche ma soprattutto pieno sostegno da parte dell'opinione pubblica.

Tra gli altri anche il partito Sinistra Italiana Milano ha espresso solidarietà alle studentesse portate in Questura.

Alle liceali hanno dichiarato: “Sinistra Italiana Milano esprime pieno sostegno alle due attiviste di Fridays for Future e annuncia che chiuderà la campagna elettorale partecipando allo Sciopero del Clima del 23 settembre”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter