Attualità
Regione Lombardia

Scelta e revoca pediatra e medico di base in farmacia: oltre 40mila lombardi hanno già usufruito del servizio

Moratti: "Un esempio concreto di sanità di prossimità".

Scelta e revoca pediatra e medico di base in farmacia: oltre 40mila lombardi hanno già usufruito del servizio
Attualità Pavia, 24 Agosto 2022 ore 16:52

Dal 5 luglio attivo in Lombardia il servizio di scelta e revoca del medico di base e pediatra in farmacia: sono già oltre 40mila gli utilizzatori.

Scelta/revoca medico e pediatra in farmacia

Numeri importanti per il nuovo servizio di scelta e revoca del medico di base in farmacia. Dal 5 luglio 2022, primo giorno utile, oltre 40.000 cittadini hanno utilizzato questa modalità per scegliere, cambiare o revocare il medico di medicina generale e il pediatra. Per accedere al servizio è sufficiente che il cittadino si rechi dal proprio farmacista munito di Tessera Sanitaria Elettronica. L'operazione richiede pochi minuti e ha effetto immediato.

Il progetto è nato a seguito della convezione sottoscritta fra Regione Lombardia, Federfarma Lombardia e Assofarm/Confservizi Lombardia. L'esperimento pilota fu avviato nel 2014 dall'ATS Brianza in 86 farmacie.

"Un servizio molto gradito ai cittadini - evidenzia la vicepresidente e assessore al Welfare - e i numeri lo confermano. Un esempio concreto di sanità di prossimità che vogliamo sempre più implementare. Siamo impegnati costantemente a semplificare le modalità di accesso ai nostri servizi. Penso soprattutto agli anziani ed a coloro i quali hanno mobilità ridotta. Il cambio del medico di medicina generale e del pediatra attraverso una delle 3.000 farmacie associate a Federfarma presenti sul territorio lombardo si aggiunge ai metodi ancora in uso: gli sportelli delle ASST o tramite Fascicolo Sanitario Elettronico".

"Siamo lieti di apprendere che questa nuova attività, pensata per facilitare la vita quotidiana - commenta la Presidente di Federfarma Lombardia - stia riscuotendo molto successo. In effetti, si tratta di un servizio di cui i cittadini da tempo avevano percepito l'utilità e che in tanti ci avevano richiesto".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter