Attualità
Dirigente medico al Policlinico dal 2005

San Matteo: Andrea Bottazzi nuovo responsabile del Coordinamento Donazione Organi

"L’obiettivo principale del mio incarico è lavorare affinché si possa aumentare la donazione di organi e tessuti a scopo di trapianto".

San Matteo: Andrea Bottazzi nuovo responsabile del Coordinamento Donazione Organi
Attualità Pavia, 26 Ottobre 2021 ore 12:55

Andrea Bottazzi nuovo responsabile di UOSD "Anestesia Rianimazione 4 - Coordinamento Centro Donazioni Organi" del San Matteo di Pavia.

San Matteo: Andrea Bottazzi nuovo responsabile dell'Anestesia Rianimazione

Andrea Bottazzi è il neo Responsabile della Unità Organizzativa Semplice a valenza Dipartimentale “Anestesia Rianimazione 4 - Coordinamento Centro Donazioni Organi" dell’IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia.

Classe 1978, si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia come alunno dell'Almo Collegio Borromeo, e sempre a Pavia ha conseguito la specializzazione in Anestesia e Rianimazione.

Dirigente medico presso la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo dal 2005.

Nel corso della sua esperienza ha maturato anche capacità nella gestione del paziente politraumatizzato; specializzazione nella gestione del paziente con grave insufficienza respiratoria e cardiocircolatoria tramite circolazione extracorporea in pazienti adulti e pediatrici (non neonatali); collaborazione con il Servizio Accessi Vascolari con particolare riferimento all’impianto chirurgico di cateteri venosi a medio e lungo termine per infusione di farmaci e per emodialisi sia in pazienti adulti che pediatrici.

È stato membro del Comitato Tecnico Scientifico del GiViTI (Gruppo Italiano per la Valutazione dell'Attività in Terapia Intensiva in seno all'Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" di Milano).

"Mi sento onorato di poter ricoprire questo nuovo incarico all'interno del San Matteo – commenta Andrea Bottazzi, Responsabile della UOSD Anestesia e Rianimazione 4 – Coordinamento Centro Donazioni Organi – e sono certo che questo nuovo ruolo mi permetterà di dare un contributo importante nel processo di donazione di organi e tessuti”.

Un’attività che nel 2020, con l’arrivo del Sars-COV-2, si è quasi fermata e oggi, sottolinea Bottazzi “l’obiettivo principale del mio incarico è lavorare affinché si possa aumentare la donazione di organi e tessuti a scopo di trapianto, garantendo un procurement sempre più estensivo e che coinvolga tutte le Unità Organizzative della Fondazione con il loro personale medico e infermieristico".

L’attività dell’anno 2020

Le donazioni di cornee sono state 128; 13 le donazioni multiorgano e multitessuto che hanno permesso di prelevare e trapiantare 24 reni; 10 fegati e 1 cuore, nonché di completare 30 prelievi di tessuti.

Sono stati anche sviluppati progetti di ricerca nell’ambito dell’ottimizzazione della strategia di preservazione degli organi in donatori DCD, della valutazione e ricondizionamento di organi marginali da donatori DCD, e si è formalizzata l'adesione al Protocollo di Studio “DONARE” (aferesi nei donatori di organi a cuore fermo) promosso dal Centro Nazionale Trapianti e Ministero della Salute.