Attualità
Inquinamento

Qualità dell'aria: aumentano le polveri sottili, a Pavia scattano le limitazioni di 1° livello

A partire da domani, martedì 18 gennaio 2022.

Qualità dell'aria: aumentano le polveri sottili, a Pavia scattano le limitazioni di 1° livello
Attualità Pavia, 17 Gennaio 2022 ore 12:52

In provincia di Pavia peggiora la qualità dell'aria: da domani attivate le limitazioni di 1° livello.

LEGGI ANCHE: Ancora alta pressione in Lombardia: giornate soleggiate e inquinanti in risalita

Qualità dell'aria in peggioramento, a Pavia scattano le limitazioni di 1° livello

A fronte dei livelli di polveri sottili (PM10) riscontrati nell'aria, da martedì 18 gennaio 2022 scatteranno anche nel territorio del Comune di Pavia le limitazioni temporanee di 1° livello previste da Regione Lombardia per il miglioramento della qualità dell'aria, che si affiancano a quelle permanenti già in vigore.

Ieri è stato infatti registrato il quarto giorno consecutivo di superamento del limite giornaliero di PM10 in provincia di Pavia, con una media di 57,8 µg/m³.

Le limitazioni

Nello specifico ecco la lista dei divieti.

1. Stop ai veicoli benzina Euro 0-1, da lunedì a venerdì, dalle 07.30 alle 19:30;

2. Stop ai veicoli diesel Euro 0-1-2-3-4 (anche con Filtro Anti-Particolato), da lunedì a venerdì, dalle 07.30 alle 19:30 (tutti i veicoli); per le autovetture anche il sabato e i festivi, dalle 08.30 alle 18:30;

3. Divieto di sosta con motore acceso (per tutti i veicoli);

4. Divieto (solo se si dispone di un impianto alternativo) di utilizzo dei generatori a legna per riscaldamento domestico di classe emissiva fino a 3 STELLE (compresa quest'ultima);

5. Divieto di accensione di fuochi (falò, barbecue, fuochi d'artificio, ecc.);

6. Divieto di spandimento degli effluenti di allevamento, delle acque reflue, dei digestati, dei fertilizzanti e dei fanghi di depurazione (salvo iniezione e interramento immediato);

7. Divieto di temperature superiori a 19 °C nelle abitazioni e negli esercizi commerciali.

Limitazioni al traffico

Relativamente al traffico, le limitazioni si attivano nei Comuni con oltre 30.000 abitanti e in quelli aderenti su base volontaria in fascia 1 e 2. In questo caso non possono circolare le auto di classe fino a euro4 diesel, comprese quelle dotate di filtro antiparticolato, dalle 8.30 alle 18.30. Oltre a quelle già soggette alle limitazioni permanenti.

Riscaldamento e agricoltura

Per quanto riguarda le misure su riscaldamento e agricoltura, le limitazioni si applicano a tutti i comuni della provincia interessata dai superamenti continuativi e prevedono il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici a biomassa legnosa - in presenza d'impianto di riscaldamento alternativo - con emissioni inferiori o uguali a 3 stelle e il limite a 19 gradi delle temperature all'interno degli edifici, con tolleranza di 2 gradi. Relativamente alle limitazioni in agricoltura, è vietato lo spandimento dei reflui zootecnici, salvo iniezione diretta o interramento immediato.

Divieto di falò

Ulteriori divieti sono relativi a tutti i tipi di combustioni all'aperto con particolare riferimento - considerato il periodo dell'anno - ai falò rituali.

Maggiori info

Sul sito www.infoaria.regione.lombardia.it sono riportate tutte le informazioni relative alle misure temporanee per il miglioramento della qualità dell'aria. Il sito prevede anche un servizio di notifiche per essere informati tempestivamente circa l'attivazione delle misure temporanee. L'alert può essere attivato previa registrazione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter