Attualità
Ingresso libero

Per la 10ª edizione del Voghera Film Festival tre serate di eventi e proiezioni

Al Teatro dei Padri Barnabiti sabato 8 ottobre, venerdì 14 ottobre e sabato 15 ottobre.

Per la 10ª edizione del Voghera Film Festival tre serate di eventi e proiezioni
Attualità Voghera, 04 Ottobre 2022 ore 15:34

Sta per partire la 10ª edizione del Voghera Film Festival, in programma tre serate di eventi e proiezioni dedicate al cinema e alla cultura.

Voghera Film Festival

Quest’anno il Voghera Film Festival festeggia la sua 10a edizione! Per i 10 anni del festival, sono previste tre serate di eventi e proiezioni dedicate al cinema e alla cultura. Tutte le iniziative si svolgeranno in presenza presso il Teatro dei Padri Barnabiti, in via Garibaldi 158 a Voghera.

Da 10 anni, il Voghera Film Festival, supportato dall’associazione no profit Iria cultura, si dedica a promuovere il cinema nella città e nel territorio, proponendo una selezione di cortometraggi internazionali proveniente da diverse parti del mondo. Il festival è suddiviso in quattro categorie competitive: cortometraggi internazionali, cortometraggio horror, sceneggiature di cortometraggi e sceneggiature di lungometraggi.

Il programma

Ecco il programma della 10ª edizione del Voghera Film Festival:

SABATO 8 OTTOBRE, 21.30 - MUSICA & CINEMA

Si parte con la serata di sabato 8 ottobre, ore 21.45, all’insegna di cinema & musica con una performance dal vivo che prevede la proiezione di film con sonorizzazione.

A esibirsi saranno i Khawas Terzet sonorizzando dal vivo Le voyage à traverso l’impossible di Georges Méliès. Il gruppo si lascerà guidare dalle immagini di Méliès fondendo ambienti drones e rumoristici (Augusto Sorvillo - sintetizzatori) a improvvisazioni e melodie elettroacustiche (Monika Rogalska - violino, viola e fx), il tutto con una batteria free jazz (Filippo Monico, batteria e percussioni). Khawas è un collettivo sperimentale dedito all’esplorazione musicale e alla free improvisation. Nelle sue diverse incarnazioni propone performance dove la musica si unisce ad altri linguaggi e forme di comunicazione.

Gli artisti:

  • Filippo Monico, attivo dai primi anni 70, quando collabora con i più grandi del jazz italiano, inoltre partecipa a concerti e registrazioni con Enrico Rava, Paul Rutherford, Lester Bowie, Don Cherry, Steve Lacy, Evan Parker. Collabora a spettacoli di teatro danza con le coreografe Susanna Beltrami e Adriana Borriello e di teatro con i registi Elio De Capitani, Antonello Cassinotti, Renzo Martinelli, Giorgio Barberio Corsetti e con il Teatro filodrammatici di Milano. Negli ultimi anni si sta dedicando all’improvvisazione sia radicale sia jazzistica, spesso in dialogo con danza, pittura, poesia, teatro e video.
  • Monika Rogalska, di formazione classica e jazzista. Diplomata al conservatorio in Polonia, segue poi studi e stage di jazz e improvvisazione a Mosca, Parigi e New York. Monika si è esibita a Mosca con il suo quartetto jazz Nikamo, ha collaborato con l’Orchestra Cubana diretta da Omar Puente all’Avana; con Halfpenny Pass (hip hop e jazz) a Londra, con Heavy Lime (rock jazz) a Mosca. Ha composto ed eseguito musica per pubblicità e film muti.
  • Augusto Sorvillo è attivo dagli anni 90 all’interno della scena underground lombarda. Nasce come bassista in band locali di rock psichedelico e alternative rock. Reinventatosi chitarrista, tramite il proprio progetto drones doom Malasangre, dà sfogo al suo background più estremo e sperimentale. Ha all’attivo diversi album ed esperienze live nella scena underground internazionale nord europea e nel recente passato l’esplorazione di ambienti sonori elettronici e noise (RBMK, Il Golem di Cristallo).
  • A seguire, si esibirà il progetto Superga, del musicista Matteo Bailo, che sonorizzerà dal vivo, con una chitarra e un sintetizzatore, una spezzone tratto da Nosferatu di Friedrich Wilhelm Murnau, di cui ricorre il centenario. Attivo per anni come voce e chitarra nel trio rock sperimentale Vetronova, Matteo Bailo ama le chitarre elettriche, le registrazioni casalinghe, i cantautori desolati, le melodie che entrano nella mente come dissertazioni. Il progetto Superga è il tentativo di tenere insieme tutto, tra note scarne, suoni non allineati e amici che ogni tanto suonano per lui il pianoforte.

VENERDÌ 14 OTTOBRE, ORE 21.30 - NOTTE HORROR

La manifestazione prosegue venerdì 14 ottobre, ore 21.30, con la consueta Notte horror: verranno proiettati i cinque cortometraggi in gara e seguirà la prima nazionale del lungometraggio Gli artigli dell’aquila di Alex Visani con Manuela Arcuri. Il regista sarà presente alla proiezione.

I titoli selezionati sono:

  • Cuore di strega di Marco Baroni (Italia)
  • The Abyss of The Soul di Guilherme Daniel (Portogallo)
  • Larvae di Alessandro Rota (Italia)
  • Part Forever di Alan Chung-An, Ou (Taiwan)
  • Tiam di Samaneh Rad (Iran)

SABATO 15 OTTOBRE, ORE 17 e ORE 21.30 - SCENEGGIATURE, CORTI E PREMIAZIONI

Si continua sabato 15 ottobre con l’evento finale del festival, suddiviso in due momenti: alle ore 17 verranno proiettati i primi 3 corti del concorso internazionale, a seguire la premiazione del concorso per le migliori sceneggiature.

Mentre la sere, alle ore 21.30, si conclude l’evento con la proiezione degli altri 5 corti in gara. A seguire la premiazione dei cortometraggi.

I titoli selezionati sono:

Pomeriggio

  • Colonie di Romain Daudet-Jahan (Francia)
  • Don’t Tell Anyone di Sahar Sotoodeh (Iran)
  • Dipende tutto da te di Daniele Ceccarini (Italia)

Sera

  • Shakira di Noémie Merlant (Francia)
  • Cuore di Pierpaolo de Mejo (Italia)
  • Vlada Goes to London di Arti Savchenko (Israele)
  • Theo di EDUARDO BUNSTER, BELÉN ABARZA (Cile)
  • Cylinder di Amir Pazirofteh (Iran)

Per tutti gli eventi, l’ingresso al Teatro dei Padri Barnabiti è libero.

Punto di riferimento culturale e creativo

Il Voghera Film Festival ha l’obiettivo di creare un punto di riferimento culturale e creativo per la città e l’Oltrepò. A rendere possibile questa manifestazione ci pensa un team di appassionati di arte e cinema che ogni anno si arricchisce di nuovi giovani collaboratori dediti a selezionare cortometraggi da tutto il mondo e organizzare il festival in tutti i suoi aspetti. Insieme alla direttrice artistica Giulia Bona, lavorano al progetto Marco Rosson, Carlo Stagnoli, Eleonorita Acquaviva e i giovani collaboratori Sara Traversa, Mara Vignola, Rebecca Ferrari, Luca Albera, Jacopo Antoniolli portando avanti lo scopo di diffondere la cultura nel nostro territorio.

Per maggiori info: www.vogherafilmfestival.com

Seguici sui nostri canali