Attualità
Regione Lombardia

Pavia, prima Smartland Verde Lombarda: tracciate priorità e linee di azione

"II territorio di Pavia costituisce un ambiente rurale di pregio, un tessuto diffuso di piccoli e medi centri, un contesto favorevole in cui realizzare uno sviluppo sostenibile e inclusivo"

Pavia, prima Smartland Verde Lombarda: tracciate priorità e linee di azione
Attualità Pavia, 15 Dicembre 2022 ore 17:19

Pavia, Sertori: "Tracciate priorità e linee di azione per la Smartland Verde Lombarda". Sottoscritta dall'assessore l'intesa per la definizione dell'accordo quadro di sviluppo territoriale (AQST) provinciale.

Pavia, Smartland Verde Lombarda

L'assessore regionale a Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, delegato dal Presidente Attilio Fontana, ha sottoscritto oggi, giovedì 15 dicembre 2022, nella sala dell'Annunciata della Provincia di Pavia, l'Intesa che raccoglie tutti i principali attori del partenariato locale, concordi nel proseguire il cammino verso la definizione dell'Aqst (Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale).

Presente anche l'assessore regionale a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità, Elena Lucchini.

Pavia, prima smartland verde lombarda, in grado di coniugare la sua anima universitaria con la vocazione sanitaria del territorio e il cuore verde dell'intera provincia: è intorno a questa visione che si articola il Documento strategico che accompagna l'intesa, e che punta a dettare l'agenda del territorio per i prossimi anni, frutto di un lungo e articolato lavoro di interlocuzione condotto da Regione con tutti i principali attori del tessuto istituzionale, sociale, economico e culturale del territorio che compongono il Tavolo locale, riunito nel maggio scorso proprio dallo stesso assessore Sertori per spronare i soggetti a individuare le priorità territoriali e le linee di azione strategiche per il futuro di quest'area.

Le linee di azione

Sei le linee di azione tracciate: salute e nuovo welfare, risorse umane, inclusione e coesione sociale, infrastrutture per un'accessibilità sostenibile, innovazione e ricerca, competitività, turismo e cultura, centralità del territorio, sviluppo sostenibile e transizione ecologica.

"La firma di oggi - osserva l'assessore Sertori - rappresenta un passo fondamentale in un percorso sperimentale iniziato oltre un anno fa, a partire dalla lettura dei punti di forza e di debolezza di questa area, nella convinzione che il territorio di Pavia costituisca un ambiente rurale di pregio, un tessuto diffuso di piccoli e medi centri, un contesto favorevole in cui realizzare uno sviluppo sostenibile e inclusivo".

"In uno scenario particolarmente complesso come quello attuale - sottolinea l'assessore - segnato dai riflessi delle crisi internazionali ed economiche, oltre che dagli effetti di lungo periodo dell'emergenza sociosanitaria, i quaranta soggetti che oggi con noi hanno firmato l'intesa condividono l'importanza di disporre di una strategia locale definita attraverso un approccio partecipativo, che possa porsi come riferimento per le loro scelte future e per la realizzazione di un programma di interventi che rispecchi le effettive necessità del territorio".

"I soggetti si impegnano inoltre a proseguire nel cammino intrapreso - conclude Sertori - convinti che l'Accordo Quadro sia lo strumento idoneo a definire gli obiettivi di sviluppo prioritari del territorio, le risorse disponibili, le progettualità da sostenere, in un approccio coraggioso e innovativo, improntato all'ascolto e al confronto".

"Realizzare un programma di interventi"

"Oggi - ha commentato l'assessore Lucchini - è una giornata importante per il Pavese, in quanto si concretizza un percorso volto a rilanciare il nostro territorio e frutto di un lungo lavoro di incontro e confronto tra i vari soggetti sottoscrittori dell'Intesa". "

Tutti - ha continuato - condividono la necessità di realizzare un programma di interventi che rispecchi le nuove necessità delle imprese e dei cittadini, emerse a seguito dell'emergenza sanitaria e della crisi economica ed energetica in atto. L'obiettivo è rispondere in modo adeguato alle fragilità delle diverse aree e al contempo valorizzare i nostri punti di forza, in modo tale da cogliere a pieno le opportunità di sviluppo dal punto di vista economico, sociale e culturale".

"La visione del territorio provinciale connotato come smartland verde - ha sottolineato - rappresenta una vera e propria occasione per la riorganizzazione delle opportunità nei vari settori, da quello economico, a quello sociale, sanitario e culturale. Ringrazio la Provincia di Pavia, i Comuni di Voghera, Vigevano e Pavia che, con Regione Lombardia, attraverso il lavoro di squadra, hanno saputo elaborare politiche sostenibili, orientate ad accrescere la competitività e attrattività del nostro territorio".

Seguici sui nostri canali