Attualità
Pavia

Nuova vita alle biciclette col “Centro del Riutilizzo”

Previste consegna, pulizia, piccole manutenzioni, custodia, mantenimento in buono stato e prelievo di biciclette o di parti e accessori delle stesse.

Nuova vita alle biciclette col “Centro del Riutilizzo”
Attualità Pavia, 10 Giugno 2022 ore 12:57

A Pavia nuova vita alle biciclette col “Centro del Riutilizzo" di via Morazzone: ecco cosà si farà.

Nuova vita alle biciclette col “Centro del Riutilizzo”

La Giunta ha approvato la partecipazione al bando regionale per l’assegnazione di contributi a enti pubblici per la realizzazione, la modifica e l’ampliamento dei “Centri del Riutilizzo” in attuazione del programma regionale di gestione rifiuti, approvando anche il progetto di fattibilità tecnico-economica per il “Centro del Riutilizzo” in via Morazzone 8, prevedendo fin d’ora che, nel caso di ammissione al finanziamento a fondo perduto, il Comune si impegna ad assumere in proprio gli oneri non coperti dal contributo regionale.

Cosa si farà

L’intervento di realizzazione del Centro del Riutilizzo in via Morazzone intende riqualificare l’immobile di proprietà comunale, sia per fornire un nuovo servizio per il recupero ed anche dove vengano effettuate: consegna, pulizia, piccole manutenzioni, custodia, mantenimento in buono stato e prelievo di biciclette o di parti ed accessori delle stesse, che non siano rifiuti, caratterizzati dal fatto di essere in uno stato tale da consentirne il loro riutilizzo.

Con l’attivazione del Centro del Riuso – Ciclofficina Ampio Raggio si intendono perseguire le seguenti finalità:

  • contrastare e superare la cultura “dell’usa e getta”;
  • sostenere la diffusione di una cultura del riuso dei beni basata su principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale;
  • promuovere il reimpiego ed il riutilizzo dei beni usati, con specifico riferimento al tema della bicicletta e della mobilità sostenibile, prolungandone il ciclo di vita oltre le necessità del primo utilizzatore, in modo da ridurre la quantità di rifiuti da avviare a trattamento/smaltimento;
  • organizzare attività di animazione territoriale e attività laboratoriali per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, con l’obiettivo di coinvolgere bambini e giovani in attività esperienziali e pratiche legate ai temi della cura dell’ambiente, della sostenibilità e del riciclo, dell’uso della bicicletta come mezzo privilegiato di trasporto in città e della mobilità in sicurezza con accenni al codice della strada.

“La partecipazione al bando - dichiara Antonio Bobbio Pallavicini, vicesindaco e assessore con delega ai Lavori Pubblici, Mobilità, Infrastrutture e Trasporti - ci offre la possibilità di perseguire il tema di una mobilità a 360° che punta a promuovere iniziative che possano coinvolgere i cittadini e, in particolare, le scuole in ambito di mobilità in sicurezza e di un ambiente sostenibile ed educativo”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter