SANITA'

Il San Matteo assume 140 nuovi dipendenti, un primo passo per ridurre le carenze di personale

Le prime assunzioni sono già in corso e i primi 25 operatori sanitari stanno entrando nei reparti in queste settimane

Il San Matteo assume 140 nuovi dipendenti, un primo passo per ridurre le carenze di personale
Pubblicato:

Il Policlinico San Matteo si prepara a un'importante espansione del proprio organico. La Regione ha autorizzato l'assunzione di 140 nuovi dipendenti, destinati a rinforzare un ospedale già in affanno per la cronica mancanza di personale.

Il San Matteo assume 140 dipendenti

Buone notizie per il Policlinico San Matteo di Pavia: Regione Lombardia ha autorizzato un aumento di 140 unità di personale a netto di pensionamenti e dimissioni. Si tratta di un primo passo importante per ridurre le carenze di organico che affliggono l'ospedale da tempo e che hanno portato a carichi di lavoro pesanti per i dipendenti già in servizio.

L'incremento di personale riguarderà principalmente infermieri, operatori sanitari e tecnici, figure professionali di cui il policlinico ha particolare bisogno. Saranno inoltre assunti anche una quarantina di medici. Queste nuove risorse saranno fondamentali per dare sollievo ai dipendenti attuali, che hanno più volte segnalato le difficoltà di lavorare sotto organico in uno dei più grandi ospedali della Lombardia.

Già avviate le prime assunzioni

Alessandro Venturi, presidente del Policlinico, ha spiegato che hanno ottenuto un aumento di 140 unità tramite il piano triennale dei fabbisogni 2024-26, un incremento netto al di là del turnover. Ha inoltre aggiunto che il San Matteo ha dato tanto al sistema sanitario regionale, ed è giusto che questo impegno venga riconosciuto. Secondo le rilevazioni, ha sottolineato che il Policlinico ha una quota di personale sottodimensionata rispetto alle performance richieste e non ha escluso che si possa arrivare a un aumento della pianta organica di 300 unità in tre anni.

Le prime assunzioni sono già in corso e i primi 25 operatori sanitari stanno entrando nei reparti in queste settimane.

Il commento dei sindacati

La notizia delle nuove assunzioni è stata accolta positivamente dai sindacati, sottolineando però che la vera sfida sarà reperire il personale necessario: "Il San Matteo deve essere in grado di attuare politiche per attrarre nuovo personale, perché la vera sfida è assumere nuovi dipendenti, soprattutto infermieri che non si trovano", ha affermato Claudio Amato della Fials.

L'aumento di organico è un passo importante per migliorare la qualità dell'assistenza sanitaria al Policlinico San Matteo, ma è solo un primo passo. Sarà necessario un impegno continuo da parte della Regione e della direzione dell'ospedale per attrarre e trattenere il personale necessario a garantire un servizio sanitario efficiente e di qualità.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali