SIMBOLO POTENTE E VISIVO

Il perchè del gigantesco murales apparso di fronte al Policlinico San Matteo

Per sensibilizzare le donne del territorio pavese all’adesione agli screening mammografici organizzati

Pubblicato:
Murales Sant'Agata San Matteo

"Ogni seno ha la sua storia": di fronte al Policlinico San Matteo di Pavia è apparso un gigantesco murales ispirato a Sant’Agata con lo scopo di sensibilizzare le donne del territorio pavese all’adesione agli screening mammografici organizzati.

Murales di fronte al San Matteo

Raggiunge Pavia la campagna di sensibilizzazione di Europa Donna Italia per l’adesione allo screening mammografico, ispirata a Sant’Agata: di fronte all’ingresso principale della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, è stato svelato oggi, giovedì 6 giugno 2024, il murales che raffigura una reinterpretazione contemporanea della Santa protettrice della salute del seno femminile, realizzato nell’ambito del progetto “Ogni seno ha una storia, lo screening te la può raccontare”.

«Il murales svelato oggi - dichiara Lorella Cecconami, Direttore generale di Ats Pavia - è un simbolo potente e visivo della campagna di sensibilizzazione che da sempre portiamo avanti per esortare le donne a sottoporsi ai programmi di screening offerti sul territorio. Non smetterò mai di dire che la prevenzione è uno strumento fondamentale nella lotta contro il tumore al seno e la diagnosi precoce può salvare vite, perché consente di individuare eventuali anomalie in fase iniziale e migliorare significativamente le possibilità di successo delle terapie. Questo murales ricorda alle donne l'importanza di prendersi cura di sé stesse e di fare controlli periodici. La consapevolezza e l'azione sono le nostre alleate più potenti nella lotta ai tumori».

Murales Sant'Agata

Bassa adesione agli screening mammografici

I dati relativi alla partecipazione delle donne agli screening mammografici organizzati mostrano un’adesione ancora troppo bassa: a livello nazionale la media si aggira intorno al 50%, con regioni virtuose e altre meno. In Lombardia il dato di adesione, riferito al 2022, è del 56% e, sebbene sia superiore alla media nazionale, non è una percentuale di cui possiamo accontentarci.

Le evidenze scientifiche dimostrano infatti che il tumore del seno, se viene diagnosticato in una fase iniziale, può essere affrontato con maggiore efficacia, minori effetti collaterali e maggiori possibilità di cura, con probabilità di guarigione elevatissime. Per tali motivi è fondamentale che le donne non si sottraggano a questo fondamentale appuntamento con e la propria salute.

«Europa Donna è impegnata da trent’anni nella tutela dei diritti alla prevenzione e alla cura del tumore al seno: la sensibilizzazione alla diagnosi precoce è al centro del nostro impegno, siamo quindi entusiaste che oggi la nostra campagna sia approdata anche a Pavia. Questo murale è dedicato idealmente a tutte le donne della città e del territorio, affinché abbiano un promemoria imponente in un luogo cruciale della città, che le esorti a prendersi cura del proprio seno, facendo prevenzione e aderendo agli screening mammografici organizzati dal Servizio Sanitario Nazionale e Regionale» - dichiara il team di Europa Donna Italia con l’associazione Ados Pavia.

Murales Sant'Agata

Da chi è stato realizzato

Il murales, reso possibile grazie alla collaborazione della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, dell’Agenzia di Tutela della Salute (ATS Pavia), dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST Pavia) e dell’Associazione Ados Pavia, è stato realizzato dall’artista KayOne – alias Marco Mantovani – di Stradedarts-Urban Gallery Milano, che ha rivisitato l’immagine della Santa in un’interpretazione laica e personale, coniugando l’arte figurativa e lo stile pop tipico della street art. I murales dedicati a Sant’Agata, e realizzati nell’ambito della campagna nazionale “Ogni seno ha una storia. Lo screening te la può raccontare”, si stanno moltiplicando nei capoluoghi: il primo è stato realizzato a Foggia all’inizio del 2023, a cui sono seguite le città di Milano, Bergamo, Brescia, Mantova, Roma e, con oggi, Pavia.

L'artista durante la realizzazione dell'opera

«Questo murales vuole sensibilizzare tutta la Città su una tematica importante come la prevenzione – spiega Alessandro Venturi, Presidente Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo -. Se dopo molti anni, oggi, il tumore al seno è una battaglia che si può vincere è grazie al fatto che, ovviamente, si fa attività di prevenzione e che si è fatta tanta attività di ricerca che ha permesso di gestire questa patologia con una percentuale molto alta di successo».

«Questa iniziativa valorizza il lavoro che viene fatto dalle nostre aziende, ATS, ASST e Policlinico San Matteo per la breast unit e per tutta la parte di screening mammografico, nonché per le numerose attività che svolgiamo insieme - commenta Andrea Frignani, Direttore generale di ASST Pavia –. Ringrazio Europa Donna per questa opportunità».

La campagna gode del supporto della comunità scientifica, tra cui la Società italiana di radiologia medica e interventistica (SIRM), il Gruppo italiano screening mammografico (GISMa), l’Osservatorio nazionale screening (ONS), l’Associazione italiana dei tecnici di radiologia senologica (AITeRS), la Fondazione AIOM (Associazione italiana di Oncologia medica) e Senonetwork.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali