Attualità
La nomina

E' il pavese Marco Peronaci il nuovo rappresentante italiano alla Nato

Nato a Pavia nel 1965 la sua nomina è stata comunicata dalla Farnesina

E' il pavese Marco Peronaci il nuovo rappresentante italiano alla Nato
Attualità Pavia, 03 Gennaio 2023 ore 10:06

E' il pavese Marco Peronaci il nuovo Rappresentante Permanente dell'Italia presso la NATO a Bruxelles. Ieri, 2 gennaio 2022, la nomina.

Marco Peronaci nuovo rappresentante italiano alla Nato

Il pavese Marco Peronaci, 57 anni, è da ieri il nuovo Rappresentante Permanente dell'Italia presso la NATO a Bruxelles. A renderlo noto è la Farnesina.

Pace e sicurezza sono l'ossigeno della nostra libertà, la base indispensabile dei nostri valori democratici, del nostro vivere comune, della Repubblica. La NATO ne è supremo garante.

Sono molto onorato di assumere oggi (ieri ndr) le funzioni di Rappresentante Permanente presso il Consiglio Atlantico a Bruxelles, e profondamente grato per la fiducia accordatami.

Unità della comunità euro-atlantica e rafforzamento della cooperazione NATO-UE sono linee guida del mio impegno al servizio di interessi nazionali e solidarietà transatlantica.

Così scrive su Twitter Peronaci in occasione della nomina.

Chi è Marco Peroraci

Marco Peroraci nasce a Pavia, nel 1965. Si laurea cum laude all'Università di Roma in Scienze Politiche presso l’Università “La Sapienza” nel luglio 1987 e consegue l'anno successivo il Diploma post- universitario in Relazioni Internazionali della SIOI di Roma.

Nel 1988 supera il concorso per la carriera diplomatica e, dopo il servizio militare, svolge i primi incarichi al Ministero degli Esteri presso la Direzione per l’Emigrazione e gli Affari Sociali.

Nel giugno 1991 ricopre il primo incarico all’estero, presso l’Ambasciata in Uganda, con accreditamento anche in Ruanda e Burundi, con le funzioni di vice capomissione. Nell’ottobre 1993, si trasferisce a Tokyo, presso l’Ambasciata in Giappone come responsabile per la stampa e le questioni politiche e culturali.

Al ritorno in Italia, nel 1998, dirige il desk Asia della Direzione Generale per gli Affari Politici della Farnesina, segue una formazione superiore presso l’Istituto Diplomatico (1999) e negli Stati Uniti (borsa IVP). Nel 2000, lavora alla Direzione Generale per il Personale nella task force di attuazione della riforma del Ministero ed, in seguito, dirige l’ufficio della Direzione incaricato della ristrutturazione della rete diplomatico-consolare.

Dopo quatto anni di servizio a Roma, torna all’estero. Nel 2002, è portavoce e consigliere per gli affari politici e culturali presso l’Ambasciata a Parigi. Nel 2006, è primo consigliere presso la Rappresentanza permanente presso l'Unione Europea in Bruxelles, incaricato dei Rapporti con il Parlamento Europeo.

Nel 2009 è richiamato a Roma in qualità di consigliere diplomatico del Ministro della Giustizia.

Nel gennaio 2012, è nuovamente trasferito a Bruxelles, alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso l'Unione Europea, per svolgervi le funzioni di Rappresentante Permanente Aggiunto con titolo e rango di Ambasciatore.

Nel novembre 2015 è richiamato a Roma in qualità di consigliere diplomatico del Ministro dell'Interno con funzioni di coordinamento delle attività di carattere internazionale con le omologhe strutture dell’Unione Europea, degli altri Stati e delle Organizzazioni internazionali, sia europee che extraeuropee.

Nel 2006 è stato insignito del titolo di Cavaliere Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Parla Inglese, Francese, Giapponese e Spagnolo ed è autore di diversi saggi e pubblicazioni su temi di politica asiatica ed europea.

Marco Peronaci

 

Seguici sui nostri canali