Attualità
I nuovi provvedimenti

Aggressioni ai conducenti di bus, a Pavia più sicurezza per chi guida i mezzi

Durante l'incontro con il prefetto, è stato stabilito un piano che garantisce più sicurezza agli autisti sempre più spesso aggrediti.

Aggressioni ai conducenti di bus, a Pavia più sicurezza per chi guida i mezzi
Attualità Pavia, 07 Ottobre 2022 ore 11:52

Gli episodi di aggressione contro i conducenti di autobus di Autoguidovie S.p.A. si fanno sempre più frequenti e non si può più aspettare, si deve intervenire. Così sono in arrivo delle misure che contrasteranno questo violento fenomeno.

L'incontro in prefettura

Ieri mattina, giovedì 6 ottobre 2022, in prefettura c'è stato un incontro per affrontare l'emergenza. Insieme al prefetto Paola Mannella erano presenti il questore, il comandante provinciale dei carabinieri e i rappresentanti dell'agenzia per il trasporto pubblico. Ovviamente erano presenti anche i responsabili della società Autoguidovie.

Durante il fruttuoso incontro il prefetto ha garantito una collaborazione più significativa tra le autorità e la società che gestisce il trasporto pubblico locale. L'obiettivo è quello di innalzare i livelli di sicurezza e garantire agli autisti di lavorare protetti.

Sono stati numerosi i casi di aggressione ai danni degli autisti. A fine agosto l'autista di un autobus di Autoguidovie era stato colpito al volto sulla tratta da Milano-Romolo a Pavia. Proprio per questo sono necessarie nuove misure di sicurezza.

Più sicurezza per i conducenti

Una delle necessità dei conducenti sarebbe quella di riuscire a contattare in modo più istantaneo le forze dell'ordine in un momento di pericolo. Si è concordato dunque di migliorare le possibilità di segnalare l'allarme per far si che le autorità a difesa del personale possano intervenire prontamente.

Inoltre, durante la seduta, i presenti hanno deciso di avviare lo studio di un percorso formativo condiviso dedicato agli autisti sui comportamenti più idonei da tenere in caso di aggressioni. Una maggiore sicurezza e una formazione più adeguata risultano essere gli ingredienti chiave per contrastare questo fenomeno.

 

Seguici sui nostri canali