Attualità
Dopo lo stop forzato

A Broni riapre la piscina chiusa dallo scorso marzo: "Ma i costi di gestioni sono altissimi"

“La sostenibilità dell’operazione dipende dalla risposta dell’utenza”

A Broni riapre la piscina chiusa dallo scorso marzo: "Ma i costi di gestioni sono altissimi"
Attualità Oltrepò, 16 Novembre 2022 ore 17:44

Riapre a Broni la piscina chiusa dallo scorso marzo: "Sforzo a sostegno di un servizio utile, ma i costi di gestione sono ancora altissimi". L'impianto sarà nuovamente attivo a partire da lunedì prossimo.

Riapre la piscina a Broni

C’è una data ufficiale per la riapertura dell’impianto natatorio di Via Contardo Ferrini: da lunedì prossimo, 21 novembre 2022, la piscina di Broni sarà nuovamente a disposizione della cittadinanza dopo il lungo stop dettato dall’impennata dei costi energetici, che a marzo ne avevano causato la chiusura. In questi giorni presso la struttura è attivo un punto informativo, a cura del nuovo gestore operativo Broni Stradella Swim, per fornire dettagli su ingressi, abbonamenti e corsi di nuoto.

«Riapriamo perché consapevoli dell’utilità di questo servizio – spiega Luigi Giannini, presidente di Broni Stradella Pubblica, realtà che ha in capo la gestione dell’impianto sportivo – e lo facciamo anche grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale ad avviare un tavolo di lavoro per trovare soluzioni condivise che consentano di supportarne la gestione sotto il profilo economico. Tuttavia, lo scenario attuale non è certamente favorevole ad attività che già comportavano importanti costi prima dei rincari delle forniture.

Le tariffe di gas e luce, infatti, continuano ad essere straordinariamente elevate. Dunque la riapertura è a tutti gli effetti una sfida – aggiunge – e il suo successo, o meglio la sua sostenibilità economica, dipende molto dalla risposta del pubblico. Voglio rivolgere un appello al tessuto sociale del territorio, alle scuole, alle associazioni di categoria e al mondo della cultura, affinché contribuiscano alla promozione della struttura, creino movimento e ci aiutino ad avere i numeri giusti per garantirne il funzionamento nel tempo».

«Dal confronto avuto sia con la Broni Stradella Pubblica, sia con il gestore operativo individuato dalla stessa società – afferma il sindaco di Broni, Antonio Riviezzi – è emerso come in questo momento di incertezza ci sia una forte preoccupazione per i costi dell’energia, in quanto la piscina di Broni è soggetta a una forte dispersione di calore e a differenza di altre strutture, che possono eventualmente compensare le perdite con le entrate di attività correlate, si basa quasi esclusivamente sul funzionamento al coperto.

Come amministrazione comunale, proprio per tentare di ridurre le spese di gestione, abbiamo recentemente partecipato a un bando della Regione Lombardia con l’obiettivo di ottenere finanziamenti volti ad efficientare l’impianto, così da renderlo meno energivoro. Inoltre nei prossimi giorni incontreremo la Broni Stradella Swim e la Broni Stradella Pubblica allo scopo di ragionare insieme su strategie che possano aumentare il flusso di ingressi, fermo restando che ci attiveremo da subito per aiutare la società a pubblicizzare la riapertura presso scuole e associazioni.

Siamo coscienti del valore sociale della struttura, della sua importanza per la comunità e in particolare per i giovani. Da parte nostra faremo il possibile per trovare soluzioni, compatibilmente con le difficoltà che sta affrontando il Comune, che consentano di mantenere la piscina aperta».

Gli orari

L’impianto di Via Ferrini sarà attivo tutti i giorni dal lunedì al sabato, secondo i seguenti orari: lunedì e giovedì dalle 9:30 alle 13:30 e dalle 16:30 alle 20:30, martedì e venerdì dalle 11:30 alle 13:30 e dalle 16:30 alle 20:30, mercoledì dalle 10:30 alle 13:30 e dalle 16:00 alle 21:00, sabato dalle 9:00 alle 13:00.

Seguici sui nostri canali