Trasporto Ferroviario il Prefetto di Pavia dedica un incontro al tema della sicurezza

Nella mattina di mercoledì il Prefetto di Pavia, Attilio Visconti, ha presieduto il preannunciato incontro del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dedicato al tema della sicurezza del trasporto ferroviario.

Trasporto Ferroviario il Prefetto di Pavia dedica un incontro al tema della sicurezza
Voghera, 05 Aprile 2018 ore 09:46

Trasporto Ferroviario ieri mattina si è tenuto un incontro presieduto dal Prefetto di Pavia, Attilio Visconti, sul tema della sicurezza del trasporto ferroviario.

Trasporto Ferroviario: incontro sul tempo sicurezza

Nella mattina di mercoledì il Prefetto di Pavia, Attilio Visconti, ha presieduto il preannunciato incontro del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dedicato al tema della sicurezza del trasporto ferroviario. All’incontro hanno partecipato, oltre ai vertici delle Forze di Polizia e del locale Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, anche il Capo del Compartimento Polfer di Milano ed il Responsabile per la Sicurezza di Trenord. L’iniziativa è stata assunta dopo alcuni episodi di microcriminalità registrati in Mortara su alcuni convogli dei treni che collegano l’area della Lomellina alla città di Milano dei quali Trenord ha dovuto anche sospendere alcune corse.

Diffuso senso di insicurezza

In detta occasione il Comitato ha dovuto prendere atto di un diffuso senso di insicurezza dell’utenza delle linee ferroviarie e della necessità di individuare ulteriori e più efficaci strategie di prevenzione e, quindi, di controllo sia presso le stazioni ferroviarie, sia a bordo dei mezzi. Si tratta, peraltro. Di obiettivi non facili ove si consideri che il quadro della provincia di Pavia non è difforme da quello registrato nel resto della Lombardia e che, sulla rete ferroviaria transitano, giornalmente circa 2.300 convogli di Trenord con circa 750.000 passeggeri.

Incrementati i servizi di controllo

Al riguardo si è, comunque, appreso che il tema è all’attenzione della Società di trasporti e del Compartimento Polfer già da alcuni mesi e che, proprio di recente, è stato dato avvio ad una serie di iniziative mirate ad incrementare i servizi di controllo anche mediante l’installazione di appositi presidi tecnologici (impianti di videosorveglianza) presso le stazioni considerate a maggiore rischio. Si è, inoltre, preso atto, di un fitto programma di controlli ad opera della Polizia Ferroviaria sulle linee dove più frequente si registrano fatti di microcriminalità e, a tal proposito, è stato riferito che, sulla tratta Pavia, Mortara-Milano, dallo scorso mese di giugno, sono stati effettuati, su 290 treni, oltre 128 servizi di “scorta”, impiegando oltre 270 agenti di Polizia. Durante detti servizi sono state identificate 151 persone e sono stati elevati 35 verbali per violazione delle disposizioni di cui al DPR 753/81 in materia di esercizio e utilizzo dei mezzi ferroviari.

Sinergia Trenord-Polfer

Sul punto è stato anche riferito che sono stati organizzati dei corsi di formazione per i capi-treno affinché, in caso di criticità, adottino tutti le procedure di intervento più adeguate e ciò anche grazie a sistemi di comunicazione diretti con la Sala operativa della Polizia Ferroviaria. In tale contesto è stato, poi, comunicata l’intenzione di favorire una maggiore sinergia tra Trenord e la Polfer attraverso predisposizione, presso la Sala operativa di Trenord, di una postazione dedicata (Control Security) per un collegamento h24 con la Polizia Ferroviaria.

Contributo delle Forze dell’Ordine

Il Prefetto Visconti, nel prendere atto, con soddisfazione, delle iniziative, ha, comunque, raccomandato alle Forze dell’Ordine di concorrere, quando necessario, alle attività di prevenzione e controllo presso le stazioni ferroviarie, soprattutto quando queste risultino impresidiate dalla Polfer per ragioni connesse ai prioritari servizi a bordo treno. Visconti ha, poi, chiesto al rappresentante di Trenord di volere estendere i controlli a mezzo di guardie giurate anche sulla tratta Milano-Mortara-Pavia. Al termine, il Prefetto ha chiesto di essere periodicamente informato circa l’efficacia delle misure in atto e quelle in fase di realizzazione.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia