Menu
Cerca
Regione nel caos

Vaccino antinfluenzale ancora introvabile in Lombardia

La campagna, partita al rallentatore, è ancora in affanno.

10 Novembre 2020 ore 11:49

E’ partita al rallentatore la campagna per il vaccino antinfluenzale in Lombardia in un momento in cui la richiesta è decisamente superiore rispetto agli anni passati: le farmacie non ne hanno a disposizione.

GUARDA IL VIDEOSERVIZIO:


Vaccino antinfluenzale introvabile in Lombardia

In Lombardia la campagna antinfluenzale è ufficialmente partita. Ma viaggia con il freno a mano tirato. I medici di base che somministrano gratuitamente il vaccino agli over 65, al momento, ne hanno ricevute solo poche dosi. Altre sarebbero in arrivo. Ma per chi non appartiene ad una categoria a rischio il vaccino antinfluenzale non c’è.

Rivolgersi alle strutture private

Per le fasce d’età intermedie inoltre il vaccino è praticamente introvabile. A loro è destinato solo l’1,5% dei vaccini acquistati da Regione Lombardia. Un numero sicuramente non sufficiente. E allora come fare? L’unica possibilità è quella di rivolgersi ad alcune cliniche private che, in quanto ospedali, possono approvvigionarsi autonomamente.

E i vaccini destinati al personale sanitario?

La campagna vaccinale quest’anno è partita in anticipo perché secondo il Ministero della Salute, c’era l’esigenza di diluire i pazienti in modo da non creare assembramenti negli studi dei medici di base che lo somministrano. Ma qualcosa, evidentemente, non ha funzionato.

E anche sul fronte dei vaccini destinati al personale sanitario si registrano forti ritardi. Ma anche qui, Regione Lombardia, fa sapere che le dosi dovrebbero arrivare entro metà mese.