Sponsorizzato

Smartphone sicuri, ecco alcuni consigli

Smartphone sicuri, ecco alcuni consigli
17 Novembre 2020 ore 08:20

Alzi la mano chi, al giorno d’oggi, non utilizza lo smartphone per portare a termine una serie infinita di operazioni e attività. Rispetto a qualche anno fa, questi dispositivi mobili sembrano diventati ancora più parte integrante della nostra quotidianità, al punto tale che solamente dimenticarli per qualche ora a casa sembra una tragedia.

Una vera e propria rivoluzione tecnologica che ha coinvolto un gran numero di settori, tra cui anche quello del gioco online. Abbastanza facile intuire come, di pari passo con lo sviluppo tecnologico, gli utenti abbiano richiesto un livello di sicurezza sempre maggiore, soprattutto in riferimento alla navigazione sul web, che ormai è diventata una caratteristica imprescindibile di ogni smartphone.

Ebbene, proprio nel campo del gioco online l’aspetto della sicurezza è uno di quelli a cui si presta sempre più attenzione. Ecco spiegato il motivo per cui gli esperti suggeriscono di scegliere sempre una piattaforma che sia dotata di licenza AAMS o ADM. Dando un’occhiata su casinoonlineaams.com, c’è la possibilità di capire con estrema facilità quali piattaforme abbiano ottenuto tale certificazione, operando quindi in maniera del tutto legittima e rispettosa della legge sul mercato italiano, e quali invece no.

Aggiornare sempre il sistema operativo

Uno dei consigli più azzeccati in tema di sicurezza online è sicuramente quello che prevede di prestare la massima attenzione al download costante e puntuale degli aggiornamenti relativi al sistema operativo che è installato sul proprio dispositivo mobile.

Si tratta di un’operazione che dovrebbe essere impostata in via del tutto automatica, più che altro per evitare delle pericolose dimenticanze. Gli aggiornamenti del sistema operativo sono fondamentali per andare a risolvere problemi e vulnerabilità che possono essere insorti nell’ultimo periodo, garantendo una protezione sicuramente maggiore e più efficace rispetto alle infezioni di malware e alla possibile diffusione dei virus.

Interessante mettere in evidenza come sia meglio evitare di apportare modifiche da “sviluppatori” sul proprio smartphone a meno di avere competenze elevate in questo settore. Molto meglio usare solo strumenti e funzionalità ufficiali, stando alla larga da jailbreak su iOS, a maggiore ragione se non si hanno le idee chiare su come usare al meglio tali sistemi.

Google oppure Apple

Come è ben risaputo, sono essenzialmente due le piattaforme mobile tra cui scegliere, ovvero iOS, correlata alla casa di Cupertino, e Android, che invece è collegata a Google. Dal punto di vista della sicurezza, bisogna mettere in evidenza come entrambe le piattaforme mettano a disposizione una serie di strumenti integrati che servono a gestire essenzialmente il controllo parentale.

Ad ogni modo, Android offre agli utenti l’opportunità di effettuare l’impostazione e la configurazione di un numero sempre più alto di funzionalità in confronto ai dispositivi iOS. Un altro punto di forza degli smartphone targati Android è senz’altro rappresentato dal prezzo: questi ultimi hanno un costo nettamente inferiore e, di conseguenza, si possono sostituire con maggiore facilità.

Occhio a quali applicazioni scaricate

Le app rappresentano un mezzo per i cyber criminali per poter rubare dati e altre informazioni sensibili. Di conseguenza, per fare in modo di stare il più possibile alla larga rispetto ai malware che possono attaccare i device iOS oppure Android, è molto importante prestare la massima a quali applicazioni vengono installate sul proprio device mobile.

In modo particolare se si procede con l’acquisto di uno smartphone con sistema operativo Android, è necessario essere consapevoli del fatto che, sul Google Play Store, possono essere presenti anche tantissime applicazioni maligne, che potrebbero provocare seri danni al proprio smartphone, così come potrebbero anche copiare i dati personali presenti al suo interno e così via. Attenzione, al contempo, alle autorizzazioni che vengono concesse alle varie app che vengono scaricate, al momento del primo utilizzo dopo l’installazione.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia