Glocal news
un liceo di venezia li butta

I banchi a rotelle nuovi di zecca finiscono in discarica

Dovevano essere il simbolo di una scuola capace di reagire alla pandemia. E invece...

I banchi a rotelle nuovi di zecca finiscono in discarica
Glocal news 29 Ottobre 2021 ore 16:25

Sui banchi a rotelle, i famigerati banchi a rotelle, praticamente si è già detto tutto.  E c'è anche chi ormai li definisce leggendari, come gli unicorni.

Banchi a rotelle ancora nuovi di zecca finiscono in discarica

Insomma, nel momento più drammatico a cavallo tra la prima e la seconda ondata della pandemia Covid, non è che tutti avessero questa gran voglia di ridere... però, poi, come spesso accade in Italia, alla rabbia di molti (politici in primis, che hanno attribuito la scelta di comprare tutte quelle sedute, come un grave errore e come una spesa inutile) si è tramutata in ironia. E poi ancora in rabbia.

Sì, perché è notizia di qualche giorno fa - e l'hashtag #banchiarotelle è ancora nei trend - che i famigerati banchi a rotelle, un po' ovunque in Veneto (da Venezia a Montebelluna, ma anche nel padovano e nel vicentino ad Asiago) siano sostanzialmente abbandonati a loro stessi. Addirittura,  come racconta Prima Venezia, in laguna è stato immortalato un barchino-chiatta che li porta chissà dove. Sicuramente non in un'aula.

Nuovi, ma già malandati

I banchi in questione non sembrano affatto in buone condizioni. Anzi. Sarebbero nuovi di zecca, ma appaiono rotti, scheggiati, destinati, in altre parole a finire in discarica. Insomma si riaccende il dibattito sull'investimento di denaro che poi, purtroppo, in molti casi non ha garantito un servizio aggiuntivo, ma, addirittura, per qualche dirigente scolastico, al contrario, è stato come un peso. Da dover smaltire. Come una cena abbondante che proprio non si riesce a digerire...

Nessun mistero, però, sui "legittimi" proprietari che si sono disfatti dei banchi a rotelle: si tratta del liceo veneziano Benedetti - Tommaseo, che li aveva acquistati un anno fa. Ma vista l'impossibilità nell'utilizzo, è stato proprio il dirigente scolastico a contattare la ditta che si occupa dei rifiuti ingombranti.

"Simbolo di una stagione che non c'è più"

La vicenda è ovviamente finita al centro del dibattito. Il  sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso non ha risparmiato parole dure:

"Venezia, banchi a rotelle in una "bettolina" che vanno al macero perché inutilizzati e nessuno che se li vuole prendere.
Un simbolo di una stagione che per fortuna non c'è più.
La Lega è al Governo per portare a casa risultati e per evitare che Pd e M5s possano fare disastri, come ai tempi del Governo Conte bis.
Altri sono inseguiti ancora dai propri fantasmi ... a rotelle"

L'ex ministro all'Istruzione Lucia Azzolina, interpellata da alcune testate locali, ha preso con una certa stizza la questione:

"La questione è stata raccontata urbi et orbi, e io non ho più la voglia di rispondere".